LUTA LIVRE ITALIA

Nasce il progetto Luta Livre Italia

Il progetto Luta Livre Italia/FS Team nasce dalla collaborazione oramai quinquennale tra il Mestre Flavio Santiago “Peroba” ed il Maestro Andrea Lavaggi dalla reciproca volontà di diffondere nel Bel Paese questa splendida disciplina, si affine al grappling, ma priva delle limitazioni regolamentari dettate dalla pratica sportiva.

Nelle nostre accademie si studia in maniera approfondita la lotta in piedi, non a caso abbiamo collaborato sin dagli albori con la chiavari Ring Lotta, e dal 2016 anche con il gruppo della Usil Lotta Imola Capitanato dalla Medaglia d’oro Olimpica Andrea Minguzzi e dalla cintura marrone di brazilian jiu jitsu Simone Baldi.

Il Team ha come fine primario quello di raccordare gruppi e persone uniti da principi comuni, Similes cum similibus congregantur, creare legami, aggregazioni, sinergie, fare squadra e crescere come agonisti, atleti e lottatori.

La forza del Lupo è il branco la forza del branco è il lupo.

LA NOSTRA FILOSOFIA

La nostra non è una famiglia numerosa per costituzione, un numero eccessivo di persone porta dispersione di energie e limita l’individualismo. Minima pubblicità, poche esibizioni, niente corsettini di autodifesa per raccattare soldi, niente allenamentini soft per scoppiati, ma passaparola e tanta buona volontà. Le porte sono aperte a tutti coloro che hanno voglia di allenarsi e cercano un approccio pragmatico, disincantato, occidentale.

Una gestione familistica, un ambiente rilassato, senza prime donne, senza vincoli di nessuna sorta (nessuna proibizione per allenarsi in altre scuole o altri stili), tutti eguali nessuno escluso, unico divieto infangare la scuola con atteggiamenti indecorosi e discussioni che possano arrecare danno all’onorabilità della stessa… pertanto, non sono tollerati bulli e provocatori, chi si vuole misurare ha un ring o un tatami per dare sfogo ai propri istinti.

I fini primari del team sono segnatamente 2 . Un primo immediato, palpabile per chiunque arrivi: fare agonismo e creare agonisti, un secondo più velato (e più importante) costituire legami forti tra gli appartenenti al gruppo (prescindendo da età , estrazione sociale e cazzate varie che la nostra società ci propina come dogmi).

Un gruppo coeso unito da principi comuni ed animato da idee diverse, dove ognuno possa emergere con la propria individualità.

Cos'è la Luta Livre

La Luta Livre è una disciplina brasiliana specializzata nel grappling al suolo senza kimono e nel combattimento libero.

La Luta Livre è un sistema di lotta libera creato nel 1920 a Rio de Janeiro da Euclydes Hatem (Tatu). La lotta è uno stile di combattimento a terra dove la priorità è sottomettere l'avversario o costringere lo stesso alla resa grazie ad una sottomissione.

Negli anni '60 e '70 del 1900 la Luta Livre fu al suo picco, insegnata e diffusa da Tatu, che istruì nelle tecniche del combattimento a terra ad Hugo Melo, Sarabendo, Fausto Brunocilla e a Roberto Leitão. Nelle decadi successive, dal 1970 al 1980, Fausto Brunocilla, Carlos Brunocilla, Filho, furono responsabili per la pratica e l'allenamento di atleti e grandi nomi del Free Fight, il più importante tra questi fu il Maestro Eugenio Tadeu, che negli anni '80 divenne uno dei più forti lottatori di Vale Tudo in Brasile e nel mondo.

STORIA DEL MAESTRO TATU

​Euclydes Hatem, il maestro Tatu (Rio de Janeiro, Settembre 16, 1914 - Rio de Janeiro, Settembre 26, 1984) fu un lottatore brasiliano ben conosciuto dagli anni '30 agli anni '50 e una delle figura più importanti per lo sviluppo di quello che è conosciuto come il combattimento brasiliano, uno stile completamente sviluppato e adattato in Brasile.

Di discendenza libanese, figlio di commercianti, da bambino essendo paffuto, pesava 114 kg, gli venne dato il soprannome di Tatu e all'età di 14 anni venne convinto dal fratello Eduardo a praticare canottaggio per perdere peso. Negli anni '30, cominciò ad allenarsi e a dedicarsi allo sport che avrebbe poi considerato un ideale di vita. Iniziò così una serie di combattimenti diventando un professionista ed un campione, sommando vittorie negli anni.

STORIA DI FAUSTO BRUNOCILLA

Durante la sua vita, il maestro Tatu fece molte amicizie e formò molti atleti, specialmente a Rio de Janeiro, dove iniziò ad insegnare una volta che si ritirò dal ring. Il suo team ha competuto nella lotta, nella lotta olimpica e nel vale tudo. Molti judoka e lottatori di lotta greco romana si unirono presto alla squadra. Trai suoi studenti troviamo nomi quali Mauro Gonzaga, Hugo Mello, Ricardo Calmon, Baianinho, Alvaro Alemán, René Bastos e molti altri, alcuni dei quali hanno anche combattuto in combattimenti di vale tudo contro l'accademia Gracie nei tardi anni '50.

Due nomi illustri hanno dato continuità alla dinastia di Hatem, quelli di Fausto Brunocilla e Carlos Brunocilla.

Il Maestro Fausto Brunocilla fu uno degli studenti più illustri del Maestro Tatu. Studente diretto del maestro, aiutò ad allenare ed allenò molti altri combattenti.

STORIA DI CARLOS BRUNOCILLA

Il Maestro Carlos Brunocilla, detto "Carlinhos", fu responsabileper la continuazione del retaggio lasciato da Tatu e da suo padre Fausto. Carlinhos, nel 1979, era già campione brasiliano di lotta. Agonista tecnico, presto divenne un grande insegnante, seguendo le orme del padre e formando nomi sacri nel mondo della lotta, del free fight e del vale tudo.

Si deve a lui inoltre la diffusione del Free Fight in diversi stati Brasiliani, specialmente in Amazonia, dove ora sono presenti moltissimi combattenti. Tra gli altri, Carlinhos allenò atleti come Hugo Duarte, Eugênio Tadeu, Denilson Maia, Marcelo Mendes, Flávio Molina, Marco Ruas, Marcelo Bertolutti, João Bosco, Carlos Bigú, Flavio Peroba e molti altri.